LA STRUTTURA

Mission
Il paziente deve essere sempre al centro del sistema

A questo principio, il fondatore del Gruppo, Prof. Raffaele Garofalo, ha costantemente orientato la sua attività professionale ed imprenditoriale, ponendo particolare attenzione all'eccellenza delle organizzazioni sanitarie, sempre al passo con i tempi sia per quanto riguarda la ricerca e la conoscenza scientifica, sia sotto l'aspetto delle innovazioni tecnologiche.

Tutte le strutture del Gruppo, infatti, sono realizzate nel rispetto di questo principio al fine di garantire il più alto livello qualitativo delle prestazioni assistenziali erogate, perchè, come diceva il Prof. Garofalo:


La salute è il bene più prezioso che l'uomo possa avere

Le linee fondamentali sulle quali l’ European Hospital S.p.A. ha impostato le proprie tipologie assistenziali e le modalità di diagnosi e cura, sono volte a considerare il paziente/cliente “l’elemento centrale”, la figura sulla quale far convergere il massimo impegno da parte di tutti gli operatori.

Ciò si può evidenziare nelle scelte strutturali: dalle tecnologie alle specialità attivate, ai percorsi assistenziali ed infine alla scelta dei Professionisti e del Personale infermieristico e tecnico e dello stesso management aziendale.

La finalità dell’ European Hospital S.p.A. è di tutelare il diritto alla salute di ogni cittadino attribuendo allo stesso, inoltre, il potere di controllo diretto sulla qualità dei servizi erogati, in termini di efficienza, di personalizzazione e di efficacia.

La tutela del diritto alla salute presuppone il riconoscimento e la difesa dei seguenti principi, accolti e propugnati dall’ European Hospital S.p.A nello svolgimento della propria attività assistenziale:

  • Diritto a misure preventive: Ogni individuo ha diritto a servizi appropriati a prevenire la malattia. Il personale medico e paramedico della Casa di cura, si impegna a fornire tutti i servizi necessari alla prevenzione della malattia, garantendo procedure sanitarie a intervalli regolari, recando disponibili per tutti, le migliore metodiche sia diagnostiche che operative, frutto della ricerca scientifica e innovazione tecnologica.
  • Diritto all’accesso: Ogni individuo ha diritto ad accedere alle cure necessarie che il suo stato di salute richiede. La Casa di cura garantisce questo diritto, assicurando l’accesso alle cure, sia in ricovero che in ambulatorio, senza discriminazioni sulla base di risorse finanziarie, di residenza, del tipo di malattia.
  • Diritto all’informazione: Ogni individuo ha il diritto di ricevere tutte le informazioni sul suo stato di salute e sui servizi sanitari che verranno utilizzati, nonché all’informazione su tutti i mezzi che la ricerca scientifica e tecnologica rendono disponibili. Il personale tutto della Casa di cura assicura al paziente che gli saranno fornite sempre tutte le informazioni necessarie, attraverso colloqui diretti con i responsabili medici, con i capo sala, con il personale amministrativo, che garantirà lo snellimento delle procedure burocratiche e fornirà tutti gli opuscoli informativi; sarà garantita sempre la possibilità di accesso alla propria cartella clinica al fine di ricevere chiarimenti in merito ai suoi contenuti e di ottenerne fotocopia, dopo semplici modalità di richiesta.
  • Diritto al consenso: Ogni individuo ha il diritto di ricevere tutte le informazioni che gli permettano di partecipare attivamente alle decisioni che riguardano la sua salute. Il personale medico della Casa di cura, dovrà fornire al paziente tutte le informazioni relative ad un intervento chirurgico, procedura diagnostica o trattamento sanitario, comprendendo i rischi associati, gli effetti collaterali e le eventuali alternative. Il consenso informato, sarà richiesto con necessario anticipo ed il paziente sarà libero di rifiutare un intervento medico e di cambiare idea durante un trattamento, rifiutando il suo proseguimento.
  • Diritto alla libera scelta: Ogni individuo ha il diritto di scegliere liberamente tra differenti procedure ed erogatori di trattamenti sanitari, sulla base di adeguate informazioni. Il paziente della Casa di cura sarà garantito nel diritto alla scelta di quali esami diagnostici o terapie sottoporsi, ricevendo altresì tutte le informazioni relative ad individuare quali siano i professionisti atti a garantire un certo trattamento ed a ricevere informazioni sui risultati delle loro attività.
  • Diritto alla Privacy e alla confidenzialità: Ogni individuo ha diritto alla confidenzialità delle informazioni di carattere personale, così come ha diritto di protezione alla sua privacy durante l’attuazione di esami diagnostici, visite specialistiche e trattamenti medico-chirurgici in generale.
    Il personale tutto della Casa di cura garantisce il diritto alla riservatezza delle informazioni sullo stato di salute del paziente e sui trattamenti medici o chirurgici cui è sottoposto, assicurando ambienti adeguati al rispetto delle privacy.
  • Diritto al rispetto dei tempi dei pazienti: Ogni individuo ha diritto a ricevere i necessari trattamenti sanitari in un periodo di tempo veloce e predeterminato.
    La Casa di cura fornisce informazioni esatte circa i tempi di effettuazione di visite specialistiche, esami diagnostici, interventi chirurgico o altri trattamenti, entro un tempo massimo predeterminato. I medici, garantiscono un tempo adeguato ai loro pazienti per informazioni, visite o trattamenti.
  • Diritto al rispetto degli standard di qualità: Ogni individuo ha il diritto di accedere a servizi sanitaria di alta qualità, sulla base del rispetto di precisi standard.
    La Casa di cura assicura al paziente prestazioni tecniche, professionali, di comfort e di relazioni umane, nel rispetto di precisi standard di qualità, definite di concerto dalla Direzione Sanitaria e Direzione Generale, secondo linee guida sanitarie internazionali e nazionali, valutate ed aggiornate periodicamente.
  • Diritto alla sicurezza: Ogni individuo ha diritto di essere libero da danni derivanti dal malfunzionamento dei servizi sanitari, dagli errori medici ed ha il diritto di accesso a servizi sanitari con elevati standard di sicurezza.
    La Casa di cura assicura la protezione del paziente, attraverso il monitoraggio continuo dei fattori di rischio ed attraverso il controllo dei dispositivi sanitari elettronici, mediante ditte autorizzate e specializzate, che garantiscono l’efficienza e sicurezza delle apparecchiature, anche attraverso una formazione specifica degli operatori.
  • Diritto alla innovazione: Ogni individuo ha il diritto di accesso alle procedure innovative tutte, sia operative che diagnostiche secondo gli standard internazionali e indipendentemente da considerazioni economiche o finanziarie.
    I responsabili medici individuati dalla direzione della Casa di cura, partecipano attivamente alla ricerca scientifica, promuovendo incontri e convegni in campo biomedico, diffondendo i risultati adeguatamente ai colleghi, ai pazienti e alle società scientifiche di settore.
  • Diritto ad evitare le sofferenze ed il dolore non necessario: Ogni individuo ha il diritto di evitare quanta più sofferenza possibile, in ogni fase della sua malattia.
  • Diritto ad un trattamento personalizzato: Ogni individuo ha diritto a ricevere trattamenti personalizzati, sia diagnostici che terapeutici, adatti alle sue personali esigenze. l personale sanitario della Casa di cura assicura un trattamento personalizzato delle cure mediche mediante programmi medici flessibili per la salvaguardia della salute del paziente.
  • Diritto al reclamo: Ogni individuo ha il diritto di reclamare ogni qual volta abbia sofferto un danno ed ha il diritto di ricevere risposta.
    La Casa di cura assicura la possibilità di presentare reclami verbali o scritti, presso la Direzione Amministrativa nella persona del responsabile dei reclami: la sig.ra Paola Rosadini e di ricevere risposte adeguate.
    La gestione dei reclami è regolamentata dalla procedura operativa POG. 1.01
Impegni & Programmi
La qualità e gli impegni

L’accertamento del rispetto degli standard definiti e riportati successivamente, avviene tramite le verifiche ispettive interne che sono pianificate dalla Direzione Generale e sono volte a valutare la Conformità e l’applicazione del Sistema Qualità.

INDICATORE DI QUALITÀ STANDARD DI QUALITÀ
RISPETTO DEL TEMPO DEL NOSTRO CLIENTE n° giorni che mediamente intercorrono tra prenotazione e ricovero n° 15
RISPETTO DELLA DIGNITÀ E DEL COMFORT DEL CLIENTE Frequenza della pulizia delle stanze di degenza e del bagno personale Quotidiana
Frequenza della pulizia dei servizi igienici Due volte al giorno
Comfort all’interno di ogni stanza di degenza Telefono, TV, aria condizionata, bagno.
Biancheria Quotidiana
RISPETTO DELLA PRIVACY Effettuato secondo i principi del D. Lgs 196/03. Spazi garantiti per colloqui riservati

INDICATORE DI QUALITÀ STANDARD DI QUALITÀ
INFORMAZIONE CORRETTA Tutte le informazioni vengono fornite secondo gli orari e le modalità concordate Informazione continua e puntuale
RISPETTO DELLA DIGNITÀ E DEL COMFORT DEL CLIENTE Dotazione del personale medico e tecnico professionale Conformità ai requisiti di legge
Dotazione e qualifica del personale infermieristico tecnico e ausiliario differenziato per le alte specialità Conformità ai requisiti di legge
Selezione del personale infermieristico Superamento delle prove di selezione:
  • Colloquio
  • Valutazione durante periodo di tirocinio
Formazione ed aggiornamento del personale infermieristico Programma annuale di corsi di aggiornamento
ATTREZZATURE attrezzature per le alte specialità Conformità ai requisiti di legge
L'Azienda
Storia ed evoluzione dell'European Hospital

L’European Hospital entra a far parte del Gruppo Garofalo nel 1986. Il fondatore Prof. Raffaele Garofalo, seguendo la Sua grande passione per la chirurgia, diede inizio ad un'attività di cardiochirurgia di eccellenza.

L’European Hospital è una struttura privata di grande prestigio accreditata con il SSN per la specialità cardiochirurgica rispetto alla quale l’Istituto ha ormai una tradizione di oltre quindici anni, con un notevole patrimonio di ricerca scientifica acquisita.

La struttura accoglie inoltre, in regime privatistico, tutte le altre specialità chirurgiche ed è rinomata per il suo centro per la cura della sterilità e la fecondazione assistita con tecniche all’avanguardia ed elevata percentuale di successo delle procedure applicate.

Le linee fondamentali sulle quali European Hospital ha impostato le proprie tipologie assistenziali e le modalità di diagnosi e cura sono volte a considerare il paziente/cliente l'elemento centrale, la figura sulla quale far convergere il massimo impegno da parte di tutti gli operatori. Ciò si può evidenziare nelle scelte strutturali: dalle tecnologie alle specialità attivate, ai percosi assistenziali ed infine alla scelta dei professionisti e del personale infermieristico e tecnico e dello stesso management aziendale.

La finalità dell'European Hospital è di tutelare il diritto alla salute di ogni cittadino, attribuendo allo stesso inoltre il potere di controllo diretto sulla qualità dei servizi erogati, in termini di efficienza, di personalizzazione e di efficacia.

La struttura organizzativa

Per poter rispondere a tutte le necessità del Paziente/Cliente European Hospital si è data una struttura organizzativa, articolata secondo diversi livelli, di seguito riportata ed esplosa in sequenza logica:

DIREZIONE SANITARIA

DIREZIONE GENERALE

Le responsabilità delle varie funzioni

Premesso che esistono responsabilità contemplate dalle leggi correnti e derivanti dall’esercizio dell’attività professionale European Hospital, ha delegato alle varie Funzioni Aziendali responsabilità specifiche.

Il Direttore Generale oltre che essere il responsabile primo dell'andamento della struttura è anche il responsabile del Riesame del Sistema Gestione Qualità ed il garante delle risorse. Per la pianificazione annuale delle attività cliniche e per le scelte degli indirizzi clinico-scientifici si avvale del parere del Direttore Sanitario, del Responsabile del Dipartimento, dei responsabili delle UU.OO. e del Comitato Scientifico. Si interfaccia a monte con il Consiglio di Amministrazione ed a valle con il Direttore Sanitario, il Rappresentante della Direzione, il Direttore Amministrativo.

Il Direttore Sanitario cura l'organizzazione sanitaria di tutta struttura dal punto di vista clinico igienico e legale. Si avvale della collaborazione di un ufficio di direzione formato da alcuni responsabili dei vari servizi ognuno dei quali segue con particolare attenzione un settore specifico. Si interfaccia a monte con il Direttore generale e a valle con il Responsabile del Dipartimento della Cardiologia Medico Chirurgica e Toraco-Vascolare, con i Responsabili delle UU.OO.e i Responsabili dei Servizi. Cura inoltre la gestione del rischio clinico e dei reclami inoltrati dai pazienti. Sovrintende all’elaborazione dei protocolli operativo/gestionali.

Il Direttore Scientifico coordina tutte le attività teorico-pratiche della struttura con particolare riferimento alla programmazione scientifica e formativa. Presiede il Comitato Scientifico. Si rapporta direttamente con il Direttore Generale.

Il Direttore del Dipartimento si rapporta con il Direttore Generale per definire le scelte strategiche di medio e lungo periodo. Analogamente ai primari, è garante della verifica dei risultati derivanti dalle attività svolte attraverso l’analisi periodica degli indicatori previsti all’interno degli standard di prodotto. Si interfaccia a monte con il Direttore Sanitario e a valle con tutti i Responsabili di Servizio (primari).

Il Responsabile di Funzione/ Servizio (primario) cura l'organizzazione del proprio servizio. Organizza, con frequenza mensile, i turni di servizio, aggiornandoli in caso di cambiamenti, provvede alla programmazione dei ricoveri e alla stesura della nota operatoria. A lui compete ogni parere definitivo sulla gestione della varie attività. Si interfaccia a monte con il Responsabile del Dipartimento e/o con la Direzione Sanitaria; a valle con tutto il personale medico del servizio.

I Medici Specialisti sono dei professionisti strutturati e non che utilizzano le strutture dell’European Hospital e sono responsabili degli atti clinici fatti sui pazienti di loro competenza. Per l’attività comune fanno riferimento al Responsabile del Dipartimento, ai Responsabili dei Servizi e alle Caposala.

Il Rappresentante della Direzione o Responsabile Aziendale della Qualità coordina l’Ufficio Qualità costituito da personale medico e non medico che cura in maniera specifica la gestione delle problematiche della qualità all’interno della struttura.

Il Direttore Amministrativo gestisce tutti i servizi integrativi della struttura e, da un punto di vista disciplinare ed organizzativo, tutto il personale infermieristico. Si interfaccia a monte con il Direttore generale ed a valle con il personale amministrativo dei vari uffici e le caposala dei vari servizi.

Il Comitato Scientifico, al cui Presidente competono varie funzioni tra cui l'esame di ogni progetto scientifico proposto nella struttura che deve essere sottoposto al CDA per la definizione delle necessarie risorse.

Il Comitato Infezioni Ospedaliere è una struttura in staff della Direzione Sanitaria, presieduto dal Direttore Sanitario. E’ costituito da medici, biologi e personale non medico. Scopo di questo comitato è di tenere sotto controllo l’andamento delle infezioni in E.H. e di formulare progetti di miglioramento.

Il Gruppo Garofalo
Storia

La storia del Gruppo Garofalo è una storia che viene da lontano, dagli anni del dopoguerra, quando l’Italia era un paese annientato e dal futuro precario.

Raffaele Garofalo era un giovane idealista che obbediva al sogno in cui credeva fermamente: diventare un grande chirurgo. Subito dopo la laurea andò come volontario all’Ospedale militare di Napoli dove eseguì i suoi primi interventi chirurgici. Da Napoli a Roma passando per Ripe San Ginesio, si realizzò così il sogno del giovane Raffaele, che insieme ai suoi fratelli alla fine degli anni ‘50 rilevò la gestione della Clinica dove operava con grande tenacia, la casa di Cura Sant’Antonio da Padova a Colle Oppio.

Gli anni ’60 innescarono in Italia una fase di trasformazione economica e sociale, da paese agricolo a nazione moderna, con un ‘industria in crescita esponenziale; in questo scenario la famiglia Garofalo compì il passo successivo che originò la nascita di un grande gruppo imprenditoriale. Fu acquistato un terreno nel quartiere di Monteverde e fu avviata la costruzione di una nuova clinica. Nacque così la Casa di Cura Città di Roma. Nel decennio successivo che passò alla storia con la definizione ”anni di piombo” a dispetto dello scenario negativo, il Gruppo Garofalo, che, sino a quel momento aveva investito in un settore anticiclico, concretizzò i risultati di un impresa assolutamente vincente. Fu così deciso di diversificare l’impiego delle risorse anche nel settore alberghiero e nacquero il Park Hotel Residence Blanc et Noir, il Residence Ponte Bianco ed il Park Hotel Residence Rouge et Noir. Fu contemporaneamente acquistato il Castello di Nerola, destinato nel tempo, a diventare uno dei dieci alberghi più belli del mondo.

Negli anni ‘80 il Gruppo Garofalo proseguì una crescita massiccia nel comparto sanitario. Fu, pertanto, la volta dell’Aurelia Hospital, dell’European Hospital e della Casa di Cura Samadi. Nel ‘90 fu acquistata anche un’emittente televisiva locale Videouno con segnale su tutto il Lazio e parte della Toscana. Essa fu trasformata in Telesalute, prima emittente monotematica europea esclusivamente focalizzata sui temi della salute. Oggi Telesalute è diventata IES TV Informazione e salute.

Alla fine degli anni ‘90 e all’esordio del 2000 il Gruppo Garofalo, presieduto dal suo fondatore Raffaele Garofalo, avviò una sana diversificazione territoriale, acquisendo strutture sanitarie in svariate regioni del Nord Italia. Fu, pertanto, la volta dell’Eremo di Miazzina a Verbania, l’Hesperia Hospital a Modena, Villa Berica a Vicenza e Villa Garda a Garda. Un processo di crescita che anche dopo la grave perdita subita dal Gruppo con la scomparsa del suo fondatore, avvenuta nel febbraio del 2006, si è perpetrato con l’acquisizione della Casa di Cura Rugani a Siena e la Casa di Cura Villa Von Siebenthal a Genzano di Roma.

Gallery